Cerimonie

Cosa si può celebrare con una cerimonia?

Nella frenesia della vita quotidiana spesso anche le occasioni speciali vengono assorbite da doveri e aspettative e non le viviamo come vorremmo.
Non riservare del tempo di qualità per gli eventi importanti ci lascia con un senso di incompiutezza. Sentiamo di non aver vissuto pienamente e completamente un certo avvenimento della nostra vita. Domande come “è già finito?” o “è tutto qui?” ci girano in testa – ma la quotidianità chiama e non possiamo far altro che rimetterci sui binari della “vita normale”.

Non lasciamo che i momenti di transizione delle nostre vite passino inosservati.

Sono occasioni che meritano riconoscimento e valore, perché rappresentano il punto di congiunzione tra la nostra storia passata e il nostro futuro.
Cerimonie e riti senza possibilità di personalizzazione, però, non sempre aiutano; anzi, rischiano di rendere la celebrazione un automatismo, un qualcosa che “si deve fare” piuttosto che un momento davvero sentito ed emozionante.

Il potere dietro a una cerimonia personalizzata è molto grande e può davvero fare la differenza.
Non solo diventa un evento costruito davvero per quell’occasione e per chi è coinvolto in prima persona, ma dà l’opportunità di coinvolgere e far sentire partecipi anche gli altri.
Dà importanza a un momento di passaggio, sia esso gioioso o doloroso, dando maggior valore ai cambiamenti della nostra vita.
Dà il giusto spazio a ogni emozione e relativa espressione (e il celebrante aiuta ad avere un punto di riferimento anche per questo, prima e durante la cerimonia)
Garantisce la laicità (ossia neutralità) per non sentirsi obbligati a seguire un’etichetta a parte quella di buon gusto e decenza.
Promuove tolleranza, apertura, inclusione, rispetto e incontro fra culture e spiritualità diverse.

Va bene, ma... Cosa si può celebrare?

Semplicemente tutto. Ogni momento di passaggio può essere rappresentato da una cerimonia, purché sia qualcosa che sentiamo importante per il nostro percorso di vita, un'occasione che segna un inizio o una fine
E di conseguenza anche i modi per celebrare sono molteplici: in solitaria o in compagnia, in coppia o con un larghissimo gruppo di amici e parenti. L’importante è che la voglia di celebrare quel momento sia autentica, e la personalizzazione sia davvero coerente con chi siamo e cosa vogliamo esprimere, senza costruzioni o “esagerazioni”.


Scopriamo insieme alcuni momenti di passaggio che possono essere celebrati con l’aiuto di un/a celebrante!

Una cerimonia (laica) per celebrare...

...l'Amore
...un Addio
...l'Amore, ancora
...una nuova Casa
...un'Inaugurazione
...un'Occasione speciale

L'Amore è per tutti

Che sia religioso, laico o simbolico, un matrimonio è forse la cerimonia più comune e socialmente riconosciuta. Ciononostante, ogni storia d'amore resta unica e irripetibile.

Scegliere un matrimonio con celebrante significa avere una persona che vi aiuta a trovare il miglior modo per descrivere la vostra storia, ordinaria o straordinaria che sia, le coincidenze e le scelte che vi hanno permesso d'incontrarvi e restare insieme.

Lo so, probabilmente avete almeno un migliaio tra canzoni, citazioni e racconti che parlano di voi due (o tre? O più?); avrete ormai perso il conto di quanti di questi vorreste al vostro matrimonio... 

Ecco, il compito di un/a celebrante è proprio aiutarvi a scegliere non solo le poesie più evocative o una musica d'effetto, ma tutto ciò che, una volta messo insieme, racconta veramente la vostra storia.

Non esaltiamo la Morte, ma onoriamo la Vita

Forse è a causa del profondo dolore e della confusione che proviamo quando perdiamo qualcuno, che troppo spesso diamo poca importanza a commemorazioni e funerali. O meglio, si pensa che sia meglio fare le cose il prima e il più in fretta possibile.

Ma di solito non è davvero quello di cui abbiamo bisogno. Ho visto, in quanto cerimoniere (e provato in prima persona), quanto può essere doloroso non riuscire a dare un ultimo saluto "vero" - perché l'essere umano ha bisogno di dire addio, sin dall'albore dei tempi, per poter andare avanti.

E quando perdiamo qualcuno abbiamo l'occasione non solo di ricordare e onorare una vita, ma anche di restare uniti a chi è rimasto (anche se solo per un giorno) e iniziare a elaborare il lutto.

Funerali

Di solito c'è poco tempo per preparare un funerale, e non tutti sono disposti a prendere ulteriori decisioni in un momento tanto delicato. E purtroppo questo può portare a cerimonie standard e superficiali. 

Perciò un/a celebrante laico/a può davvero fare la differenza, per una cerimonia rispettosa ma che ci permette di ricordare la persona che stiamo salutando.

Commemorazioni e Ceneri

Non c'è una scadenza per il lutto o per voler dedicare un momento speciale a una persona che non c'è più. Anche dopo molto tempo dalla perdita possiamo organizzare una commemorazione appropriata e personalizzata

E per l'eventuale dispersione delle ceneri, un cerimoniere o celebrante con esperienza specifica può accompagnarvi in questo momento con delicatezza.

Mille volte "sì"

Dicono che ci si sposa una volta sola (almeno, con la stessa persona...); io sono d'accordo solo in parte.

È vero se si parla del giorno del matrimonio "ufficiale" (o scelto): ma una coppia sposata può celebrare l'unione più volte anche dopo quella data, magari per un certo anniversario di nozze (io stessa mi sono ri-sposata simbolicamente a Las Vegas dopo 2 anni e mezzo!).

O magari per rinnovare i voti nuziali dopo qualche anno: se avete affrontato sfide e avventure insieme e state pensando di "aggiornare" le promesse fatte anni prima, ha assolutamente senso. Specialmente se adesso ci sono nuove persone accanto a voi (bambini, amici, colleghi) che non erano ancora nella vostra vita quando vi siete sposati.

Avete ora l'opportunità di coinvolgere anche loro, e di rivivere una seconda volta quell'emozione da novelli sposi - unita a una vostra connessione più matura e consapevole.
Una cerimonia di anniversario o di rinnovo delle promesse può essere organizzata esattamente come qualsiasi altra.

Se volete rinnovare le promesse di matrimonio e avete bisogno di aiuto solo per scriverle, scrivetemi e parliamone.

Home is where your heart is

Sono una di quelle persone convinte che Casa non sia soltanto uno spazio fisico, ma anche (e soprattutto) persone, relazioni, contesti, stati d'animo. E storie.

Ma bene o male anche i luoghi hanno significati potenti: custodiscono non solo vite e persone ma anche i loro ricordi, i cambiamenti che hanno affrontato, le scelte compiute, gli ospiti, gli abbracci, gli addii, le storie che si intrecciano.

Dunque perché non celebrare l'arrivo in una nuova casa o la partenza da quella vecchia?

Il termine Housewarming nasce nel Medioevo e indica l'atto di scaldare un luogo prima di entrarci a vivere. In molte culture, sia europee che orientali, è tradizione portare doni sottoforma di cibo o praticare riti per scacciare gli spiriti maligni.

Oggi, una cerimonia di housewarming potrebbe essere un momento significativo per raccontare la storia di una casa, quello che il luogo rappresenta per i loro abitanti e ospiti, e per esprimere un buon augurio: che questo nuovo nido possa essere lo spazio per nuove e future storie di una famiglia.

Da progetto a realtà

Non è soltanto uno studio, un locale, un negozio o un ufficio: è il risultato di lavoro e risparmi, calcoli e scommesse.

È il punto di partenza di nuovi progetti, nuovi obiettivi, nuove fatiche e perché no, molte soddisfazioni.

È la realizzazione concreta di un sogno.

Per questo va celebrato: una piccola cerimonia con un rito simbolico, che può andare dal classico taglio di un nastro a un gesto pensato apposta per la vostra attività, vi aiuterà a sancire il momento di partenza del vostro nuovo viaggio: ora, qui, è dove tutto ha inizio.
Ma quindi... Cos'è un momento di passaggio?

Può essere qualsiasi trasformazione dello status individuale, professionale, sociale o familiare. In altre parole,  ogni cambiamento o traguardo della vita può essere celebrato, se si sente la necessità di fermarsi ad apprezzare ciò che ci ha condotti fin lì.

Che si tratti di separazione, pensionamento, un compleanno che non sia solo una festa, un anniversario particolare, ... Si può trovare il modo giusto per dare valore a ogni occasione importante della vostra vita. 
I riti (...) che ci tengono in piedi quando in piedi da soli non sappiamo stare, che ci danno parole quando parole nostre non ne avremmo.
[Michela Murgia]

Per informazioni e richieste

info@musacelebrante.it
Privacy Policy
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram